cambiare vita

come ho dato una svolta alla mia vita

Mi chiamo Daniele Gay e sono un grafico freelance. Sono nato nel 1977 e sono diplomato alla scuola del fumetto di Milano. E voglio raccontarti come sono riuscito a cambiare vita a 40 anni.

Fare illustrazioni è sempre stato un secondo lavoro per me. Accanto a questo sono un grande appassionato di fotografia e a Gennaio 2018 ho deciso che dovevo fare quello che mi rendeva felice: Digital art.

Vero che questa parola vuol dire tutto e nulla, ma non mi piacciono le etichette e non mi sono specializzato in una qualche tecnica particolare.

Semplicemente mi piace creare immagini che nascono nella mia testa e crescono nel computer per finire su qualche gallery online e anche farci dei soldi!

Dicevo che fare illustrazioni era un secondo lavoro, questo perché per 14 anni ho lavorato per tre catene diverse di negozi di elettronica. Non ero soddisfatto avevo perso tutta l’ispirazione e la voglia di fare insomma non vivevo, ero spento!

Cosi il 15 gennaio 2018 è stato il mio ultimo giorno di lavoro da dipendente era una domenica!

Da quel giorno si sono alternati momenti felici e spensierati a giorni di depressione e ansia ma… non mi sono demoralizzato! mi sono tirato su le maniche e la mia ispirazione si è riaccesa tanto che ora faccio fatica a limitare le idee che mi vengono!

E’ passato un anno ormai, era il tempo che mi ero dato per assestarmi, in parte ci sono riuscito e molto c’è ancora da fare, ma mi ritengo soddisfatto. I lavori su commissione sono ancora pochi, ma ci sono. In futuro scriverò qualcosa in merito ai nuovi lavori che sto facendo. Qui ti voglio raccontare da dove arrivavo e dove sto andando. Magari può esserti di ispirazione.

Ho frequentato la scuola del fumetto di Milano. Più precisamente il corso di illustrazione pubblicitaria. L’ho fatto tra la fine degli anni 90 e l’inizio degli anni 2000. Da lì esci con un pezzo di carta che vale poco o niente, qualche infarinatura di illustrazione e tanta speranza di trovare lavoro. Parliamo però di altri tempi.

Te la faccio breve, non voglio annoiarti!

Uscito dalla scuola del Fumetto ho messo insieme i miei lavori migliori tra cui anche i primi esperimenti con photoshop e ho girato vari studi grafici e redazioni di riviste. In due mi hanno dato fiducia: lo Studio Baroni e la redazione di Jack.

Per il primo ho realizzato svariate copertine per conto della casa editrice Tea e Nord.

Per il secondo ho fatto il grafico freelance per molti anni. Realizzavo semplici fotomontaggi di oggetti di elettronica: macchine fotografiche, telefoni cellulari, videocamere, da inserire negli articoli delle rivista.

Per un bel periodo avere due lavori non era male perché avevo anche un doppio stipendio. Poi le cose sono cambiate, un cambio di città, da Milano mi sono trasferito a Rimini… e poi questa fantomatica crisi economica e crisi dell’editoria ha fatto chiudere a molti studi e redazioni.

Per un lungo periodo in cui mi dividevo tra lavoro da dipendente e vita matrimoniale piatta, ho continuato a sognare e a sperare ma non cercavo più, facevo una gran fatica. Il lavoro mi spegneva, la vita di coppia fallimentare pure… Ormai è storia del passato!

Ora: vivo solo e non sono più dipendente e sono tornato in campo! continuo a sperimentare ad imparare e a creare con i primi risultati e nuove strade da percorrere!

Ora ti dico quali:

Il microstock

Ho acquistato il corso per vendere foto e video online  dopo essere capitato su stockfootage.it cercando informazioni sul microstock, il mercato della vendita di foto e video online con il quale chiunque può guadagnare vendendo i suoi contenuti.

Francamente all’inizio ero titubante nell’acquisto, ma poi mi sono letto i contenuti gratuiti pubblicati e ho ascoltato svariate puntate del podcast. Così alla fine mi sono convinto a comprarlo e non me ne sono pentito!

Sono circa sette mesi che mi ci sto dedicando a tempo pieno, comincio a capire il meccanismo e ho iniziato a vendere i miei lavori nei microstock come Shutterstock e Adobe Stock e sto cominciando a guadagnarci qualcosa!

Ma non solo Microstock

Quando entro in libreria guardo chi fa le copertine, prendendo dei volumi a caso come in un test, e sai che ho scoperto?! che le copertine, in alcuni casi sono acquistate su due microstock tradizionali come: Getty Images; Shutterstock ma molte volte arrivano da agenzie specializzate, come: Trevillion o Arcangel images

Arcangel Images ha una collezione incentrata sulle illustrazioni e sulla fine art photography. Ottimo perché ora che lo conosco, in quanto mi hanno accettato come contributor, c’è una selezione da superare, posso dire che è come far parte dello staff di uno studio grafico!

ci sono delle belle differenze con il microstock classico innanzitutto devi solo inviargli le immagini: al resto ci pensano loro! Anche per quanto riguarda il keywording non devi perdere tempo, così ti puoi concentrare sulla foto o sull’illustrazione, e le royalties arrivano al 50% e i prezzi di vendita sono molto più alti rispetto ai microstock tradizionali!

seguiranno aggiornamenti e approfondimenti sul microstock, sui contenuti che carico e su come li realizzo quindi ci saranno anche dei tutorial!

Ovviamente c’è anche altra carne al fuoco! Stay tuned! ti spiegherò tutto!